La serata di beneficenza al Donizetti, vedrà all’opera la band “2MONDI”, accompagnata da un’orchestra composta da circa 30 elementi.

Ecco chi sono gli artisti protagonisti di questo spettacolo:

Massimo Numa: voce – chitarra acustica
Federico Piazzoli: chitarra elettrica – cori
Piero Carrara: batteria – cori
Andrea Vass: tastiere – cori
Giuseppe Castelli: basso

2 MONDI si può definire, oltre che un tributo al più grande artista di musica leggera italiana, un omaggio alla colonna sonora della vita di molti di noi.
Lucio Battisti, nelle canzoni più famose ed in quelle emotivamente più raffinate, è lo spettacolo che i componenti della band offrono con estrema professionalità e ricerca sonora.

Già ospiti su RAI 2, I 2 MONDI hanno tenuto il concerto commemorativo per il decennale
della scomparsa il 9 Settembre 2008 a Poggio Bustone (Rieti), paese natale di Lucio Battisti,
concerto ripreso e trasmesso parzialmente all’interno di un dossier da MEDIASET-RETE 4 e diretta TV con Ballarò RAI 3. Poi replicato, sempre a Poggio Bustone, anche nel 2009 e 2010.

Nel 2014 il progetto è stato ampliato con la collaborazione dei “Vent Ensemble”, sezione
fiati di 15 elementi.  Nello stesso anno i 2 Mondi eserdiscono in teatro con una prima assoluta: la band più una intera orchestra sinfonica di 50 elementi (Vent Symphony Orchestra) diretta dal M° Savino Acquaviva. Poi nel 2015 in cartellone in provincia di Milano con P.F.M., Curreri ed Elio.

La band negli anni si è esibita con: Alberto Radius, storica chitarra elettrica di Battisti e della Formula 3 prodotta dallo stesso Lucio; con Walter Calloni e Claudio Pascoli, rispettivamente batterista e saxofonista nell’album “La batteria il contrabbasso eccetera…”

Altro ospite illustre esibitosi più volte con la band è Massimo Luca (chitarrista acustico in 3 album di Battisti : “Il mio canto libero”- “Umanamenteuomo :il sogno”-“Anima latina”).

Il gruppo ha inoltre collaborato ad uno spettacolo con Roby Matano, leader dei Campioni, gruppo del quale Lucio Battisti era il chitarrista, e proprio Matano scoprì Lucio e ne divenne il primo vero paroliere.