Mercoledì scorso, il 9 Dicembre, al concerto di beneficenza che abbiamo organizzato al Donizetti, noi volontari di ABIO Bergamo eravamo fra il pubblico, con un pizzico di apprensione e tanta emozione per quello che stava succedendo.

Dopo diversi mesi di preparazione, e molti sforzi profusi per organizzare quello che per noi è il primo grande evento di beneficenza dopo la modifica allo statuto che ci permette ora operazioni di raccolta fondi, eravamo curiosi di vedere come il nostro lavoro fosse accolto dal pubblico, ed emozionati per la voglia di lasciare un bel ricordo a tutti i sostenitori e gli amici presenti. Qualcuno di noi è andato dietro alle quinte, i musicisti si stavano preparando, i tecnici controllavano amplificatori e luci. Il brusio dietro al tendone segnalava che il teatro andava via via riempiendosi.

Attorno alle nove di sera, poco prima di spegnere le luci della sala e dare il via allo spettacolo, ci siamo guardati intorno e poi in alto, fino alle gallerie. Il Donizetti, bellissimo, era completo in ogni ordine; l’atmosfera era allegra e serena. Abbiamo potuto raccogliere in teatro oltre mille amici di ABIO. Ma non solo: abbiamo scoperto attorno a noi una fitta rete di persone che ci hanno aiutato, facilitando l’organizzazione e apprezzando la nostra missione.

Fabrizia Fassi è apparsa per l’introduzione dello spettacolo e ha invitato il nostro Presidente, Dott. Giuseppe Locatelli, sul palco. E’ stato un momento emozionante, abbiamo ricordato brevemente il nostro lavoro e il nostro servizio per i bambini e i ragazzi ricoverati, e abbiamo ringraziato i sostenitori dello spettacolo e tutto il pubblico che aveva scelto di sostenerci e passare una serata con noi.

Abbiamo pensato ai nostri bambini ricoverati in ospedale, pochi chilometri più in là, nelle loro stanze pronti per andare a dormire. Vedere la curva che i palchi formano in teatro, così gremita di gente, ci ha ricordato un abbraccio. L’abbraccio nostro e dei nostri sostenitori, ai nostri bambini, proprio nell’ora in cui in ospedale ci si prepara per andare a letto. E’ stato come augurare loro la buona notte, e dirgli che saremmo tornati il giorno dopo, più forti che mai, solo per loro. Le luci quindi si sono spente, ed è iniziato il concerto dedicato a Lucio Battisti.

Alla fine della serata, eravamo soddisfatti. Gli amici erano entusiasti e lo spettacolo era piaciuto. Abbiamo salutato tutti e, rimasti alla fine fra di noi volontari, ci siamo congedati stanchi ma felici: quella sera, tutti gli amici e i sostenitori ci avevano dato ancora più forza per tornare alla nostra meravigliosa normalità. Ormai ci conoscete, è nel nostro carattere: spenti i riflettori e calato il sipario, torniamo nelle stanze dei piccoli pazienti e passiamo un po’ di tempo con loro. Quando riusciamo a strappargli anche solo un sorriso, ecco che tutto si illumina e prende senso.

 

progetto realizzato in collaborazione con:

donizetti_sostenitori

 

Ringraziamo lo scrittore Fabio Bergamaschi. Il suo nuovo Thriller ambientato a Bergamo e intitolato “Il labirinto del delitto”, era un vendita nel foyer del teatro. Parte del ricavato delle vendite, è stato devoluto ad ABIO Bergamo