Stasera si terrà il primo degli incontri di Formazione Permanente per i volontari ABIO Bergamo previsti per il 2016.

Quale è la differenza fra naturale e umana compassione e l’essere volontario? La formazione.

Dire “poverino” non serve a nulla, giudica, presume, e a volte porta a dannosi pietismi. Avere un moto benevolo verso chi ha bisogno del nostro intervento è un buon punto di partenza, ma non è sufficiente per essere volontario, nè utile per i bambini e i ragazzi di cui ci occupiamo.

Quindi ecco che, attraverso la formazione, l’iniziale spinta di solidarietà prende forma, viene incanalata, diretta su comportamenti e capacità corrette. Il volontario viene fornito degli strumenti adatti per creare una corretta e utile relazione d’aiuto.

Per questo ABIO non si ferma alla formazione di base prevista per ogni volontario, ma prosegue il suo cammino di miglioramento continuo, con gli incontri di Formazione Permanente per tutti i volontari.

Per saperne di più, leggi la pagina del sito dedicata. Se vuoi diventare volontario ABIO, scrivici per maggiori informazioni!